Avvelena cani e gatti, condannato

“A casa mia faccio quello che voglio”. Condannato a 3 mesi di reclusione Otello Tranchetti, 73 enne di Galatone che avrebbe mischiato il veleno al cibo nel suo fondo per avvelenare cani e gatti

cani-e-gatti

GALATONE- 3 mesi con pena sospesa con l’accusa di aver avvelenato e ucciso un cane. Di uno almeno si è avuta notizia visto che, nel fondo di sua moglie, a Galatone, Otello Franchetti, 73enne del posto che avrebbe messo a disposizione di ogni cane e gatto di passaggio, resti di pesce e di pollo misti al veleno. Una vera e propria “esca avvelenata”, si legge nella sentenza pronunciata dal giudice Michele Toriello su richiesta del procuratore aggiunto Ennio Cillo. Al suo vicino, che gli aveva chiesto spiegazioni di quanto accaduto, l’imputato aveva risposto: “A casa mia faccio quello che voglio”.