Case popolari del Comune, il No agli aumenti in Commissione

All'assessore Monosi è stato chiesto di non aumentare i canoni degli inquilini della case popolari di proprietà del comune. Ripa ha aggiunto che è necessario evitare gli aumenti per chi è in stato di difficoltà, ma anche fare verifiche per stanare i furbi.

iacp

LECCE- In mattinata è approdata in Commissione Consiliare l’emergenza abitativa a Lecce.  All’assessore Monosi è stato chiesto di non aumentare i canoni degli inquilini della case popolari di proprietà del comune. Un altro tema è stato quello relativo ai 650 mila euro per intervenire esternamente: secondo Monticelli Cuggio sarebbe necessario un intervento strutturale  prima di tutto all’interno. Torricelli ha chiesto che venga rimpinguato il fondo dei comuni per gli inquilini morosi incolpevoli.

Il Capogruppo di Ncd, Lucio Inguscio, ha espresso soddisfazione per il bando che servirà a  procedere ai lavori di rifacimento degli esterni degli immobili e si è augurato che  i tempi previsti siano rispettati.

Il capogruppo, però,  ha chiesto anche che si utilizzino i fondi provenienti dalle alienazioni per rifare l’interno degradato delle abitazioni popolari. Ripa ha aggiunto che è necessario evitare gli aumenti per chi è in stato di difficoltà, ma anche fare verifiche per stanare i furbi.