Beni culturali: Bray firma il decreto, pronti 9 milioni per Taranto

3 milioni e 800 mila euro per il parco archeologico di Manduria e 5 per Santa Maria della Giustizia di Taranto. Questi i beni archeologici che rientrano nel decreto che libererà 31 milioni firmato dal ministro Bray

Massimo Bray

TARANTO- Sono due i siti archeologici tarantini che beneficeranno delle risorse stanziate per i beni culturali. Il ministro Massimo Bray ha firmato il decreto che libererà risorse per 31 milioni di euro da destinare al settore dei beni architettonici, culturali e archeologici del Paese.

15 i progetti finanziabili secondo il ministero e, selezionati, in accordo con le regioni. E tra questi rientrano anche quello per il polo archeologico di Manduria e quello per il restauro del monastero di Santa Maria della Giustizia a Taranto. Per il primo saranno spesi 3,8 milioni di euro, per la chiesa che sorge lungo il fiume tara è previsto, invece, un investimento di 5 milioni.

Santa Maria della Giustizia, edificata nel 1119, è senz’altro uno dei monumenti medievali più interessanti di Taranto. il parco archeologico di Manduria vanta invece il fonte pliniano, le mura messapiche e la chiesetta di San Pietro Mandurino. Si attendono a giorni la firma definitiva del decreto misteriale per sbloccare le risorse e la successiva pubblicazione. Dopo di che scatterà il cronometro per appaltare i lavori. Regione , Soprintendenze ed enti locali avranno un mese circa per redigere i bandi.