Lerda: “Interessava solo il risultato”

IL Lecce torna alla vittoria sul campo del Barletta e sale anche al terzo posto in classifica. Il tecnico Lerda afferma: “Il risultato era la cosa più importante”

Mister Lerda

LECCE- Alla fine la cosa più importante è il risultato. A Barletta il Lecce ribalta lo svantaggio maturato nel primo tempo e segna due gol nella ripresa: la prima, quella di Miccoli, quando le due squadre sono ancora in parità numerica; la seconda, quella di Amodio, quando il Barletta aveva perso Ferreira per doppia ammonizione. Con il successo del Puttilli i giallorossi sono soli al terzo posto grazie al pareggio de L’Aquila, sabato nell’anticipo contro la Salernitana.

Dove il Frosinone aveva lasciato le penne Miccoli e compagni firmano l’undicesima vittoria della gestione Lerda, la quinta lontano dal Via del mare. Non era facile ripartire dopo la sconfitta contro il Perugia e il solco di dieci punti che si era creato in classifica. L’incrocio del Via del mare aveva portato Perugia e Lecce di fronte a un bivio: umbri da una parte, salentini dall’altra. La risposta nervosa attesa da Lerda è arrivata nei secondi quarantacinque minuti, con un Lecce più determinato.

Tante le novità rispetto alla partita precedente. Complici le assenze contemporanee di Diniz e D’Ambrosio Lerda ha rispolverato Sales, il quale ha sofferto non poco i guizzi di D’Errico. A centrocampo De Rose impiegato dal primo minuto. Ad affiancarlo Mariano Bogliacino: un ruolo in cui l’uruguaiano rischia non poco nonostante la vicinanza di un mastino come De Rose e la presenza , dal proprio lato, di Barraco e Ferreira Pinto, che Lerda ha alternato sulle corsie esterne con scarsa fortuna.

Se ci sarà un nuovo tema tattico per vederne appieno gli effetti bisognerà attendere un po’. Già domenica prossima il tecnico dovrà ridisegnare la squadra dal centrocampo in avanti per le defezioni di Amodio e Bogliacino. Nel reparto mediano tornerà disponibile Papini, in difesa D’Ambrosio e probabilmente Diniz.

Sarebbe il caso di insistere invece con la presenza contemporanea di una prima punta e di una seconda punta come Miccoli.