Punta fucile a canne mozze contro ex moglie e la minaccia di morte: arrestato 36enne

Ha imbracciato un fucile, ha raggiunto l'ex moglie nel ristorante dove lavora e l'ha minacciata di morte sotto gli occhi di numerosi testimoni. È accaduto a santa cesarea. I carabinieri hanno raggiunto lo stalker, un 36enne, e lo hanno ammanettato.

DE RINALDIS

SANTA CESAREA TERME-  Minacce continue, condotte persecutorie e infine l ‘episodio più  grave  che è  costato l’arresto a Carmine de Rinaldis , un cameriere di 36 anni di Santa Cesarea.  Sabato sera ha imbracciato un fucile a canne mozze , ha raggiunto il   ristorante  gestito dalla ex moglie nella nota località turistica  e incurante della presenza di numerosi testimoni gliel ‘ha puntato contro minacciandola di morte.

Poche parole ma dirette che hanno lasciato i presenti sbigottiti  e che all’arrivo dei carabinieri della stazione di Poggiardo hanno raccontato tutto. La donna, vittima dei continui soprusi dell’uomo, causati dalle questioni legate all’affidamento del figlio minore, non ha esitato a raccontare il suo incubo ai militari  che hanno raggiunto in casa il 36enne e lo hanno ammanettato. È bastata la testimonianza dei presenti a consentire l’arresto dell’uomo ritenuto estremamente pericoloso nonostante l’arma non sia stata trovata.

Carmine de Rinaldis probabilmente è riuscito a disfarsene prima, ma i carabinieri la stanno cercando. La donna, in preda ad ansie continue, era stata costretta per colpa dell’uomo anche a cambiare abitudini di vita.