Rifiuti pericolosi a cielo aperto, sequestrata discarica abusiva

I Carabinieri sequestrano un’area di circa 4000 metri quadrati adibita a discarica di rifiuti speciali e pericolosi.

discarica

CRISPIANO- Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Crispiano hanno sequestrato un’area estesa circa 4000 metri quadrati, poiché adibita a discarica di rifiuti speciali e pericolosi.
I Carabinieri, durante un servizio di controllo, si sono trovati di fronte ad un avvallamento, profondo poco più di una decina di metri; disseminato di numerose lastre ondulate di eternit, estremamente pericolose poiché contenenti fibre di amianto, materiali inerti residuati da lavorazioni edili, fusti in metallo, manufatti plastici ed altro ancora, che ignoti, verosimilmente in periodi diversi, avevano smaltito illecitamente in quella depressione nel terreno, trasformandola in una vera e propria discarica a cielo aperto.

L’area in questione è stata sottoposta a sequestro e sono state avviate le procedure previste dalla normativa in materia per la successiva bonifica.