Lecce, Lerda: “Calma e sangue freddo”

Il tecnico del Lecce Lerda attende dalla squadra qualcosa in più a livello nervoso e aggiunge: "Dobbiamo essere razionali, vogliamo arrivare più in alto possibile". Venti iconvocati

mister Lerda

LECCE- Si riparte. Con le stesse convinzioni tattiche che hanno permesso al Lecce di raggiungere una media di punti a partita e con una tensione nervosa maggiore.  Il Lecce riparte dopo la frenata contro il Perugia che ha messo la compagine salentina fuorigioco nella corsa per la promozione diretta. 
Venti i convocati per la partita contro il Barletta. C’è anche Sacilotto, ma al massimo andrà in panchina. E’ rimasto a casa invece Diniz. Pertanto giocherà Sales su una linea difensiva davanti a Perucchini che sarà completata da Vinetot, Abruzzese e Lopez. Lerda ha lasciato intendere che proseguirà, almeno inizialmente con il 4-2-3-1.

Quindi Amodio, Salvi e De Rose si giocano due maglie. Mentre sulla linea dei trequartisti dal primo minuto giocherà Barraco con Bogliacino e Doumbia. In attacco Miccoli, per il quale Lerda ha confermato la propria convinzione.

Il tecnico del Barletta Orlandi non potrà contare su Guglielmi e Cicerelli, squalificati. La formazione barlettana dovrebbe schierarsi con Liverani in porta; Cane, Camilleri, Di Bella e Cascione in difesa; Legras e Mantovani a centrocampo; D’Errico, Innocenti e Ilàri dietro a Ganz.

Arbitrerà la partita Serra di Torino. Fischio d’inizio alle 14,30