Troppo pesante, muore di infarto aspettando la gru

La barella in dotazione al 118 non può sopportare il suo peso. Muore a 66 anni un uomo di San Cesario, stroncato da infarto in attesa di una gru.

barella 118

SAN CESARIO- Condannato dall’obesità, è morto mentre attendeva che la gru per il trasporto portasse in ospedale. L’ambulanza del 118 è arrivata per tempo, ma è stato tutto inutile poiché la barella per grandi obesi, in dotazione al Servizio 118, non può sopportare un carico superiore a 300 kg.

E’ stato, immediatamente, allertato il Comando dei VV.FF. di Lecce per il supporto logistico. Giunti sul posto -scrive la Asl in una nota-  i VV.FF. Hanno avuto non poche difficoltà al caricamento del paziente: constatata la impossibilità al trasporto, sono stati contattati ed allertati la Protezione Civile e la Prefettura di Lecce. Nel frattempo, il paziente è stato assistito dall’emergenza territoriale e, in supporto, da uno specialista pneumologo, che ha offerto la sua disponibilità a recarsi sul luogo dell’evento.

Il paziente ha avuto un arresto cardiaco ed ogni manovra di rianimazione cardio-polmonare, con tutte le attrezzature presenti sui mezzi di soccorso, è stata vana. La constatazione del decesso è avvenuta due ore dopo. L’uomo, un 66enne di San Cesario, è stato stroncato da un infarto