Leverano, falso e truffa ai clienti della banca: a processo ex funzionario

Secondo l'accusa, il funzionario della filiale di Leverano, sfruttando la sua posizione, avrebbe utilizzato i dati personali di alcuni dei clienti per intascare denaro. Il processo si aprirà il prossimo 23 aprile

unicredit

LEVERANO- E’ stato rinviato a giudizio Alessandro Serratì, 46 anni, di Lecce, avvocato, ex funzionario della Unicredit di Leverano, accusato di falsità in scrittura privata e furto aggravato. L’udienza preliminare si è svolta davanti al giudice Giovanni Gallo.
Serratì era un funzionario della filiale di Leverano della banca Unicredit. Sfruttando la sua posizione, secondo l’accusa formulata dal pm Stefania Mininni, l’imputato avrebbe utilizzato i dati personali di alcuni dei clienti dell’istituto per intascare il loro denaro.

E per raggiungere il suo obiettivo sarebbe arrivato a fare carte false, generando un ammanco da diverse centinaia di migliaia di euro che gli è già costato il posto di lavoro.

Il processo si aprirà il prossimo 23 aprile davanti al giudice Mario Tosi.