Insieme contro racket e usura, nasce lo Sportello Sos Giustizia

Contro il racket e l'usura nasce un nuovo sportello, grazie alla collaboraziopne tra Libera e Unioncamere per "Ascoltare, accompagnare e denunciare".

sosgiustizia

LECCE- Quando si parla di racket delle estorsioni e di usura, si sa, i dati noti non sono lo specchio reale della situazione. Perchè molto resta sommerso. Perchè la paura di denunciare e di esporre così se stessi e le proprie famiglie prende il sopravvento.
Da oggi c’è un alleato in più per chi trova il coraggio di salvarsi: nasce SOS Giustizia, lo sportello legalità che “ascolta, accompagna e denuncia”, messo su da Libera e da Unioncamere. Al progetto hanno aderito anche le camere di commercio di Lecce e brindisi.

Nel capoluogo barocco sono stati diffusi gli ultimi dati Istat, i numeri dei delitti denunciati dalle forze di polizia all’autorità giudiziaria. Nel 2011, considerando la Regione Puglia, sono state denunciate 611 estorsioni e 37 casi di usura, per una percentuale di estorsioni -su 100mila abitanti- del 14,7 a Taranto, 12,9 a Brindisi e 12,3 a Lecce; e di usura dell’1% a Taranto, 1,2 a brindisi e 1 a Lecce.

Poi ci sono i dati della DIA (Direzione Investigativa Antimafia) riferiti al 2012 -che parlano di 273 estorsioni- ed al primo semestre 2013, in cui già se ne contano 248.

Il neonato sportello offre supporto a tutti, da subito. A Lecce presso la Camera di Commercio in via Petraglione ogni giovedì dalle 14,30 alle 18,30 e a brindisi in via Bastioni Carlo V il lunedì dalle 9,30 alle 13,30. Il numero di telefono è sempre attivo: 327.2149530.

“Questo sportello -ha detto il presidente della camera di commercio di Lecce Alfredo Prete- vuole far rete con gli altri già esistenti, per rafforzare l’azione di contrasto all’illegalità”.