Ultimo saluto ai due clochard, il parroco: “L’intera città è colpevole”

Ultimo saluto nel cimitero di Lecce ai due clochard Riccardo Martina e Veronica Piggini. Il parroco duro con le istituzioni: "Sono stati abbandonati. Della loro morte è colpevole un'intera città".

crollo copy

LECCE- C’erano  il sindaco Paolo Perrone , l’assessore ai servizi sociali Carmen Tessitore e molti esponenti del consiglio comunale leccese nel pomeriggio ai funerali di  Riccardo Martina e Veronica Piggini, i due sfortunati clochard morti nella cisterna di via Taranto. La cerimonia funebre si è svolta nella Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo nel cimitero di Lecce. A celebrarla don Simone Renna, parroco della Chiesa Santa Maria della Pace che si affaccia proprio su via Taranto.

Siamo tutti responsabili della tragica fine dei nostri fratelli Veronica e Riccardo“: queste le parole del parroco che ha sottolineato come i due clochard siano stati lasciati soli nella loro sofferenza nonostante le loro numerose richieste d’aiuto. “In passato la gente veniva in parrocchia a chiedere il pane, poi ha cominciato a chiedere un lavoro. Ora ci chiedono una casa. Un pezzo di pane lo troviamo, un lavoretto pure ma una casa no, signor sindaco. Non credo siamo pronti per Lecce a Capitale europea della cultura, sarebbe invece più utile a questa città un’altra candidatura: quella a Capitale dell’accoglienza“. Si è così rivolto al sindaco usando toni duri don Simone Renna.

Le due bare sono poi state tumulate in due loculi donati dalla curia.

Intanto nelle ultime ore qualcuno avrebbe violato i sigilli che chiudono lo stabile di via Taranto dove è avvenuta la tragedia. Una struttura che insieme a tutte quelle adiacenti è finita sotto sequestro. Qualcuno ha tentato di entrare in una della abitazioni buttando giù i mattoni in tufo usati per chiudere tutti gli accessi, porte e finestre. Gli agenti sono dovuti intervenire per rimettere tutto a posto.