Commissione controllo, Guacci: “Il filobus ripartirà”

Guacci assicura: "Il filobus è fermo per consentire le operazioni di potatura". Per il direttore d'esercizio Sgm, per il cittadini non c'è stato un disservizio reale, perché al posto del mezzo elettrico, è stato messo un mezzo a metano.

filobus

LECCE- In Commissione controllo, a Palazzo Carafa, si è discusso del Filobus fermo da un mese, sulla linea 29, quella centrale, senza che i cittadini fossero avvisati. Il capogruppo Pd, Paolo Foresio,  ha chiesto un piano complessivo del trasporto pubblico urbano e maggiori investimenti da parte del Comune. Il direttore d’esercizio Sgm, Ugo Guacci, ha chiarito che il filobus tornerà a funzionare la settimana prossima. L’assessore Pasqualini ha spiegato che lo stop è dovuto alle operazioni di potatura e che il ritardo è dovuto anche alle festività.

“Per il cittadini non c’è stato un disservizio reale – ha spiegato l’assessore ai Trasporti – perché al posto del mezzo elettrico, c’è  quello a metano. Il problema è che già da tempo c’erano criticità per le cime degli alberi cresciute in mezzo ai rami, che costringevano il mezzo a  circolare, su alcune tratte scollegato dalla rete elettrica. Abbiamo colto l’occasione per anticipare il passaggio di tutte le operazioni di manutenzione. Il filobus, per la settimana prossima sarà già funzionante”- conclude Pasqualini. 

Nonostante l’oggetto della commissione fosse, “stato del filobus” si è discusso sul servizio di trasporto urbano in città in senso generale. – così luigi Melica. “Ho chiesto a Comune ed SGM se abbiano operato un minimo di monitoraggio sulla fruibilità da parte dell’utenza del filobus. Non l’avessi mai fatto! abbiamo assistito ad un vero e proprio “scaricabarile”. Tra i colpevoli anche la Regione  che penalizza Lecce riconoscendo un chilometraggio alquanto limitato. Da quanto riferito, infatti, Lecce subirebbe una vera e propria discriminazione rispetto a Brindisi, Bari e Foggia in termini di chilometraggio e, pertanto, il soggetto gestore non può aggiungere servizi oltre a quelli che ha. ho chiesto, perciò.

Al capogruppo dell’UDC in Regione, Totò Negro, di accertare quanto riferito dai vertici del Comune e dell’SGM e di fare tutto il possibile per rimuovere questa discriminazione (ovviamente qualora sia accertata e ingiustificata)..