A Cellino il sindaco Pdl simpatizza per Alfano. Vitali: “Corpo esterno a Forza Italia”

Nuovo centrodestra da una parte, forza Italia dall’altra. Nel mezzo, il sindaco di cellino Francesco Cascione che, alla guida di una amministrazione eletta sotto il simbolo del Pdl, comincia a pensare al passaggio tra gli alfaniani.

Luigi-Vitali (1)

CELLINO- “Sono costretto a registrare nella mia responsabilità una crescente confusione nel clima politico territoriale; emerge chiaramente all’interno del mio partito la mancanza di un disegno, di una linea politica che dai vertici raggiunga e coinvolga le realtà locali, di una delle quali sono espressione”. La decisione non è ancora presa, ma il pensiero a NCD c’è.
E il coordinatore di Forza Italia Luigi Vitali sembra voler dare una mano al primo cittadino.“Spiacciono le dichiarazioni del sindaco Cascione del quale abbiamo sempre registrato un’assenza patologica nelle riunioni e manifestazioni di partito”. “Forse ha voluto dare una giustificazione alla sua folgorazione sulla strada del Nuovo Centro Destra. Ma nessuno gliela aveva richiesta”.

E poi, dice ancora Vitali. “I contatti con la sua realtà sono sempre stati mantenuti con gli altri autorevoli esponenti del partito in loco viste le sue defezioni. E tutti i rappresentanti, provinciali regionali e nazionali, sono stati presenti a Cellino ogni qual volta ne sono stati richiesti o se ne è manifestata la necessità. E gli unici personalismi riscontrati sono stati quelli del sindaco Cascione”