La Cgil: “La Stagione Lirica si apre con un licenziamento”. Manca: “Contratto scaduto”

La denuncia della Cgil: "La Stagione Lirica della provincia di Lecce si apre con il licenziamento dell'ispettrice". La vicepresidente Manca puntualizza: "Si tratta solo di un contratto scaduto e non rinnovato. Salviamo insieme la fondazione".

ORCHESTRA SCHIPA

LECCE- “La Stagione Lirica della provincia di Lecce si apre con un licenziamento”. È la denuncia che arriva dalla SLC CGIL. “Il CdA della Fondazione ICO T. Schipa di Lecce, senza alcuna motivazione e senza alcun preavviso ha deciso di non rinnovare alla dottoressa Giulia Celeste l’incarico di Ispettrice dell’Orchestra che ricopriva regolarmente da oltre 20 anni.
Un’azione che getta un’ombra sulla gestione dell’intero CdA -scrivono dal sindacato- e preoccupa quei professori d’orchestra che ancora, ad oggi, non hanno avuto il riconoscimento della stabilizzazione del loro rapporto di lavoro, nonostante che da anni lavorano alle dipendenze della ICO di Lecce.

Si è scelta apparentemente la strada più semplice e non si è voluto invece affrontare una situazione che aveva portato la professoressa Celeste a presentare una diffida legale per i continui attacchi e prevaricazioni alla propria professionalità e alla propria dignità.

Una fondazione che nasce con una natura sociale privata, ma che in questi anni ha campato soltanto con contributi pubblici e che non ha saputo (o voluto) aprire la propria base societaria a soggetti diversi”.

Ma la vicepresidente e assessore alla cultura della provincia di Lecce chiarisce: “Non si è trattato di un licenziamento, ma di un contratto a tempo determinato che, dopo la scadenza, non è stato rinnovato. Mi auguro che, così come la Cgil si sta interessando -come è giusto- al singolo caso -che è importante come gli altri 60-, faccia quadrato con la Provincia per salvare l’intera fondazione”.