Godelli-Barbanente: approvata delibera su Lecce Capitale Europea Cultura

La Giunta Regionale ha approvato la delibera di adesione al Comitato per la candidatura della Città di Lecce a Capitale Europea della Cultura.

godelli

BARI- La Giunta Regionale, su proposta degli assessori Silvia Godelli e Angela Barbanente, ha approvato la delibera di adesione al Comitato per la candidatura della Città di Lecce a Capitale Europea della Cultura. Nel provvedimento si stabilisce che la Regione offrirà, a supporto della candidatura, il sostegno finanziario e il know how consolidato di tutti gli Enti compartecipati dalla Regione stessa, Pugliapromozione, Apulia Film Commission, e Teatro Pubblico Pugliese (progetto Puglia Sounds e iniziative nel campo del teatro e della danza).

A tal fine verrà anche costituito un’apposita cabina di regia con gli Enti, che sarà coordinata dal Direttore d’Area Francesco Palumbo. A quest’ultimo il provvedimento di Giunta affida infatti il mandato di compiere tutti gli atti tecnici e quelli finanziari che saranno necessari a completare il percorso di adesione della Regione al Comitato e di sostegno finanziario e operativo della candidatura. Per quanto riguarda più specificamente gli aspetti finanziari, sulla base della pressante ed efficace iniziativa condotta dalla Regione in tutti questi anni è stato ad oggi possibile acquisire la disponibilità di due milioni di euro di fondi Poin da utilizzare ai fini del sostegno della candidatura di Lecce.

Essi saranno attingibili entro pochi giorni, appena il Ministro Bray avrà firmato il relativo decreto. A tale importo si aggiungono iniziative dirette di Pugliapromozione, Teatro Pubblico Pugliese, Puglia Sounds, Apulia Film Commission per un totale di 750 mila Euro; esse rientreranno nella programmazione integrata e plurifondo a sostegno della candidatura, programmazione che potrà successivamente avvalersi anche di fondi PAC recentemente promessi dal Ministro per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo, Massimo Bray e dal Ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia.

Siamo dunque oggi in grado di affermare che la Regione ha creato tutte le condizioni, istituzionali finanziarie e operative, utili a mettere Lecce in posizione di vantaggio nella competizione per la candidatura e ad assicurare al Salento e alla Puglia uno straordinario ritorno di immagine e di riconoscimento internazionale.