Capitale della Cultura, in Senato passa la mozione per supportare le città partecipanti

Il Senato ha approvato una mozione per favorire le città che partecipano alla sfida per la Capitale Europea della Cultura: il governo dovrà impegnarsi per reperire le risorse che potranno dare nuove opportunità anche a Lecce

Senato della Repubblica

LECCE- Il Senato ha approvato una mozione per favorire le città che partecipano alla sfida per la Capitale Europea della Cultura – premettendo che tutte le città candidate hanno compiuto uno sforzo di portata non ordinaria per migliorarsi, non solo nell’ammodernamento del sistema culturale e turistico, ma anche avviando trasformazioni sul piano infrastrutturale, urbanistico e architettonico, attraverso forme di progettazione partecipata con uno straordinario coinvolgimento di migliaia di cittadini, associazioni, enti.

Quindi, si è impegnato” il Governo ad individuare idonei strumenti, anche nell’ambito della programmazione 2014-2020, al fine di sostenere, attraverso il concorso dello Stato, delle Regioni e degli enti territoriali, il “Programma Italia 2019” quale rilevante opportunità per la valorizzazione della progettualità espressa dalle città candidate a capitale europea della cultura e quale occasione fondamentale per sostenere la ripresa economica, sociale e culturale del Paese” .

“Al di là dell’esito- spiega il senatore Francesco Bruni – queste città devono essere valorizzate. Si cercano finanziamenti per tutte le partecipanti. Necessario premiare le città che sono diventate un punto di riferimento e hanno hanno saputo fare squadra e presentare progetti concreti”. Con questa mossa potrebbero essere individuate nuove risorse per supportare anche la candidatura leccese