Ladro per necessità, arrestato l’ex portiere del Nardò Calcio

Dalla cronaca sportiva a quella nera. In manette, a Galatina, l'ex portiere del Nardò Calcio, Mamadou Sakhò, sorpreso dai carabinieri subito dopo il colpo in un supermercato.

mamadou foto

GALATINA- Ladro non per diletto ma per necessità. Tuttavia il codice penale, su questo, non fa sconti. Il reato è stato comunque commesso e come tale punito. E’ stato arrestato subito dopo aver commesso la rapina ai danni del Penny Market di Galatina, l’ex portiere del Nardò Calcio, e prima ancora del Sogliano, Mamadou Sakho, 25anni, senegalese.  Dalla cronaca sportiva a quella nera, passando per una condanna, inflitta pochi anni fa, per doping.
E da quel pasticcio giudiziario, per l’ex promessa del calcio, sono cominciati i guai. Senza ingaggio e senza denaro ha vissuto un momento sicuramente difficile, culminato, nelle scorse ore, con il colpo al supermercato che sorge sulla via per Sogliano. Armato di coltello si è presentato all’orario di chiusura. Arma in pugno ha minacciato la cassiera facendosi consegnare l’incasso della serata, 400 euro circa. Prima di fuggire, ha fatto anche in tempo a riempire un paio di buste con generi alimentari. Poi la fuga, senza fretta, per non destare sospetti all’esterno della struttura dove c’era una pattuglia dei carabinieri della stazione di Galatina, impegnata in un servizio di controllo.

È stata la stessa commessa, attraverso la vetrina, a segnalare ai militari l’uomo con le buste. L’ex portiere, quando ha capito che piega stesse prendendo la situazione, ha cominciato a correre, imboccando una stradina di campagna, cercando di sfuggire ai controlli sdraiandosi per terra. Tutto inutile. I militari lo hanno raggiunto ed ammanettato senza difficoltà.