Taranto, reagisce a rapina: gambizzato gioielliere

Tragedia sfiorata ieri sera in via Crispi a Taranto. Un gioielliere,all'orario di chiusura del negozio, ha reagito ad una rapina ed è stato raggiunto da un colpo di pistola alla gamba.

sparo

TARANTO- Sono concentrati sulle immagini delle telecamere di videosorveglianza gli investigatori della polizia per risalire ai due banditi che hanno aperto il fuoco contro il titolare del Compro Oro di via Crispi, dopo una rapina fallita. Ma, soprattutto, al centro dell’attenzione degli inquirenti, le testimonianze.

Qualcuno infatti avrebbe assistito a tutta la scena, aiutando i poliziotti nella ricostruzione dei fatti: in due, con il volto coperto da casco da motociclista, uno dei quali con pistola alla mano, hanno atteso l’ orario di chiusura per agire. Erano le 20 circa quando i rapinatori hanno raggiunto la vittima, 54enne, proprio davanti all’attività commerciale. A quel punto il tentativo di rapina. I due hanno minacciato il 54enne con la pistola pretendendo l’incasso della giornata, non aspettandosi però una reazione da parte del commerciante.

Di fronte alla resistenza infatti del gioielliere l’uomo armato ha premuto il grilletto ferendo la vittima alla tibia. I due costretti quindi a mollare la presa sono fuggiti a piedi, imboccando Corso Umberto. A lanciare l’allarme i residenti della zona.

Non mancano i testimoni oculari. C’è chi ha visto il commerciante accasciarsi e i due darsela a gambe. Sul posto è intervenuta la Squadra Volante. Gli agenti , diretti dal vice questore aggiunto Carla Durante, hanno eseguito un sopralluogo ed ora sono al lavoro per risalire ai due rapinatori. La polizia non esclude che nelle vicinanze ci fosse un terzo complice ad attenderli, in auto.

Il 54enne è stato invece trasportato con un’ambulanza del 118 al pronto soccorso del SS.Annunziata ed è ricoverato in ortopedia, in condizioni fortunatamente non gravi.