L’accusa su Fb: “Presentato un progetto in provincia che poi viene copiato”

polemica sul web contro la Provincia di Lecce.“Ci hanno copiato tutta la parte ambientale, anche in maniera maldestra – spiega Roberto Paladini- e lo hanno trasformato in ecosagre, con un finanziamento di 78mila euro".

roberto-paladini

LECCE- Scoppia la polemica sul web contro la Provincia di Lecce. A far esplodere la bomba gli autori di un progetto presentato nel 2010 con il titolo “L’impronta del geco”, che consisteva nel trasformare gli eventi tradizionali in eventi sostenibili a livello ambientale, compostaggio, raccolta differenziata.

L’intento era quello di far diventare popolare la sostenibilità e creare negli eventi un momento di sensibilizzazione, inserendosi nelle feste popolari e gestendo nella pratica rifiuti e traffico, un modello sostenibile anche per le sagre e tutto il resto. “Ci hanno copiato tutta la parte ambientale, anche in maniera maldestra – spiega Roberto Paladini- e lo hanno trasformato in ecosagre, con un finanziamento di 78mila euro. Noi daremo battaglia su questo, stiamo valutando se ci sono tutti i presupposti per avviare un’azione legale. Siamo stati messi in disparte, dopo aver ricevuto un premio dal Miur, per un bando per la social innovation”.

Paladini spiega che con il finanziamento ricevuto dal ministero si sarebbe potuta creare una sinergia molto importante ed ora, invece, si punta su una piccola iniziativa. “Studieremo, insieme al ministero, che è comproprietario del nostro progetto, all’80 per cento, il da farsi”- conclude Paladini.