Due quintali di marijuana in una villetta estiva, scatta il sequestro

Quasi 2 quintali di marijuana nascosti in una villetta di San Foca sono stati trovati e sequestrati dai carabinieri. Inutili gli appostamenti per attendere i trafficati: la droga è rimasta lì per giorni

marijuana

SAN FOCA- 186 chili di marijuana rimasti nascosti in un’abitazione estiva di San Foca, marina di Melendugno per diversi giorni. Erano stati riposti lì al sicuro, in attesa di essere prelevati e poi trasportati chissà dove. Qualcuno attendeva probabilmente il momento giusto per recuperare i 6 borsoni , momento che però non è mai arrivato: in quell’abitazione a pochi metri dal mare ci sono arrivati prima i carabinieri dopo un’attività investigativa.

La droga, un grosso carico arrivato probabilmente dal mare,  era abbandonato al piano superiore dell’abitazione, una sorta di deposito abbandonato in località Runchia. I militari di Lecce e Melendugno per giorni hanno atteso che qualcuno venisse a recuperarlo così da cogliere i trafficanti in flagrante, ma nessuno si è presentato.

Forse la loro presenza non è passata inosservata e si è preferito rinunciare all’affare. Perche la droga immessa sul mercato al dettaglio avrebbe fruttato una somma di tutto rispetto.

I carabinieri all’alba hanno così proceduto al sequestro dei sei borsoni. Ma le indagini naturalmente continuano. Molto probabile che di recente un carico di droga sia arrivato via mare e che la spiaggia di San Foca e dei dintorni sia stato l’approdo.  Qualcuno ha occultato i borsoni, forse parte di un carico molto più ampio, in quella villetta isolata, forse un nascondiglio consueto.

Del resto solo pochi giorni fa un albanese fu bloccato dalla finanza proprio sulla S. Foca Lecce: guidava un’auto con dentro 150 chili di marijuana. Forse era stato proprio nella villetta, ma non aveva potuto prelevare l’intero carico.