Dalla politica salentina fronte unico per bloccare il carico d’amianto

Dall'amministrazione comunale di Galatone rassicurano: "Ad oggi nessuna nave è in arrivo, non permetteremo mai che il nostro territorio venga danneggiato"

amianto-600x450

GALATONE- Fanno fronte unico i cittadini di Galatone che dicono no all’amianto. L’inquietante notizia ha sconvolto la normale routine quotidiana non solo degli abitanti di Galatone, ma anche dei paesi limitrofi che vivono in queste ore l’angoscia di un nuovo e gravissimo danno ambientale che li vedrebbe protagonisti loro malgrado.
Intanto dall’amministrazione comunale rassicurano “ad oggi nessuna nave è in arrivo, non permetteremo mai che il nostro territorio venga danneggiato, deturpato e inquinato dagli eventi finora paventati”.

Dalla politica salentina arriva il fronte unico per bloccare il carico : “ GOVERNO, REGIONE, PROVINCIA ALZINO LE BARRICATE – dichiara l’on Rocco Palese capogruppo di Forza Italia in commissione Bilancio della camera – “Il Governo nazionale e la Regione mettano in atto tutto quanto in loro potere per sostenere la battaglia della Provincia di Lecce e dei Comuni di Nardò, Galatone e Gallipoli. E’ inconcepibile che intorno a questa vicenda ci siano tanti misteri e che, addirittura, non si riesca a sapere se la nave con un carico di 5mila tonnellate di amianto da scaricare sia già partita o meno dalla Sicilia”.

“Se non fosse una notizia riportata dalle più autorevoli agenzie di stampa, sarei costretto a pensare si tratti di uno scherzo”. Cosi’ Paolo Pagliaro, presidente del MRS, commentando la notizia dell’arrivo di una nave dalla Sicilia -dovrebbe attraccare a Gallipoli- in Salento contenente 20 tonnellate di amianto da smaltire in una discarica tra Nardo’ e Galatone. “La notizia e’ insopportabile – prosegue – Il nostro e’ un territorio tartassato, assediato e rincorso da ogni specie di male: dalla tap ai rifiuti tossici, come fossimo un’immondizia comune. Chi ha autorizzato lo smaltimento dell’amianto da noi? C’e’ qualcuno che controlla? E’ evidente che ci sia il più totale disinteresse verso il Salento da parte di politici e istituzioni, a tutti i livelli. Se il resto del Paese non ci vuole e in Puglia nessuno ci tutela, ci accontentassero subito con la Regione Salento: saremmo ben lieti di togliere il disturbo. forse qualcuno dovrebbe ripassare un po’ di geografia. Scoprirebbe cosi’, che il Salento e’ solo il Sud d’Italia e non il Nord Africa.

“Sto seguendo con grande attenzione la vicenda – dichiara l’on salvatore Capone del PD – “Condivido la preoccupazione del territorio, degli amministratori, degli ambientalisti, anche se le autorizzazioni in possesso della discarica, rilasciate dalla Provincia di Lecce come per legge, lascerebbero immaginare che tutto dovrebbe accadere in tranquillità, ovviamente dopo il rilascio di idoneo via libera e seguendo lo specifico iter amministrativo previsto dalla norma. Iter che pare ancora nella fase preliminare, così come da notizie assunte. Resta, in ogni caso, alta l’attenzione a garanzia del territorio e dei cittadini”.