Segreteria regionale PD: Emiliano candidato unico, ma non per tutti

Nelle scorse ore renziani e alcuni big del Pd hanno trovato la quadra sul candidato alla segreteria regionale Pd, ma non tutti sono d'accordo. Minervini vuole un altro uomo in campo: “Farebbe bene al Pd”– dice.

Michele Emiliano

BARI- Michele Emiliano candidato unitario del Pd, per mettere tutti d’accordo e non disturbare le elezioni baresi? Non se ne parla proprio per Guglielmo Minervini. “Alle elezioni baresi farebbe bene il dibattito delle primarie per la segreteria regionale tra più candidati – spiega l’assessore alla Trasparenza della Regione Puglia – non va bene  un candidato unico: mi auguro che si trovi presto un altro nome da far confrontare con il sindaco di Bari”.

Minervini dice di non essere più in campo: la sua candidatura non convinceva al cento per cento nemmeno i cuperliani, ma  l’assessore della giunta Vendola sarebbe a disposizione se gli chiedessero di scendere in campo per le primarie. Il problema è che nelle prossime 24 ore dovranno essere ufficializzate le candidature.

Proprio per superare quest’impasse, nella riunione tra i big delle scorse ore, Fabiano Amati si era detto disponibile a rappresentare tutti, ma la sua candidatura è stata bocciata e si è optato per la soluzione Michele Emiliano, vero padrone dei giochi del centrosinistra pugliese, dopo lo straordinario risultato delle primarie nazionali. Il sindaco di Bari mette buona parte del partito d’accordo, ma non tutti: ecco perché nelle prossime ore potrebbe non essere più il candidato unico per l’unità del partito.