Crollo palazzina, via ai controlli antisciacallaggio

Crollo della palazzina nella Gravina di Ginosa. Disposto dai carabinieri un servizio antisciacalaggio. Continuano intanto gli accertamenti dei tecnici del comune

crollo ginosa copy

GINOSA- I Carabinieri della Stazione di Ginosa, immediatamente intervenuti in occasione del crollo verificatosi nell’abitazione di via Matrice di Ginosa, unitamente ai colleghi della Compagnia Carabinieri di Castellaneta, accorsi in ausilio, hanno da subito eseguito vari sopralluoghi nelle aree a ridosso della zona interessata per accertare che nel crollo non fosse rimasto coinvolto qualcuno.
Dopo aver ascoltato gli inquilini, già evacuati, dell’abitazione da cui si è originato il tutto, sono stati identificati ed ascoltati anche i proprietari delle cantine e garage situati nella stradina sottostante via Matrice, a ridosso del costone della gravina. Il tutto al fine di avere contezza che quei locali fossero effettivamente vuoti al momento del crollo.

Nello stesso frangente, altri militari hanno proceduto ad ispezionare sia la parte sottostante della gravina che le abitazioni ed i locali attigui al tratto interessato dall’evento.

Queste attività e quella successiva svolta dalle unità cinofile dei VV.FF. di Taranto e Lecce hanno portato ad escludere che ci fossero dispersi sotto le macerie.

Inoltre, in seguito alla successiva ordinanza di sgombero emessa dal primo cittadino e che ha interessato alcuni nuclei familiari residenti in quelle vie limitrofe a via Matrice, sono stati disposti idonei servizi di vigilanza e antisciacallaggio. Sono stati eseguiti servizi di vigilanza fissa e dinamica che sono iniziati nel pomeriggio di martedì, protraendosi ininterrottamente, e sono tuttora in corso. Tali servizi proseguiranno fino a termine esigenza.