Taranto, piedi a terra ma si punta in alto

C'è anche il Taranto di Papagni tra le sette squadre racchiuse in appena tre punti al vertice della classifica. Il tecnico smorza gli animi e resta con i piedi per terra ma la squadra sogna il primato.

papagni2

TARANTO- I segnali mandati al campionato sono inequivocabili. Il Taranto ragiona da grande e punta al primato in classifica. Il tutto cercando di mascherare le ambizioni, sacrosante a vedere il rendimento della squadra di Papagni. Nessun proclamo semmai una realistica analisi dell’attuale situazione del girone che vede in classifica racchiuse ben sette squadre in appena tre punti.

Un campionato tutto sommato livellato, almeno a guardare la parte alta della graduatoria, dove ogni passo falso è punito da chi certo non si fa pregare nell’approfittarne. Una lotta serrata al vertice non solo per centrare una posizione utile guardando ai play off, ma per centrare il primo posto che resta alla portata di Marcianise, Taranto, matera, Brindisi, Turris, Francavilla in Sinni e Monopoli. Il tecnico del Taranto si accoda alla scia di dichiarazioni dei colleghi che non vogliono uscire allos coperto. “Non siamo maturi, dobbiamo trovare ancora il giusto equilibrio” aveva sentenziato Aldo Papagni. E’ chiaro l’intento del tecnico di voler tenere la squadra sulla corda e non concedere spazio a voli pindarici.

Adesso però è tempo di guardare al prossimo match lasciando alle spalle la rotonda vittoria di sabato scorso con il Mariano Keller travolto dalla cinquina rossoblu’. Davanti al Taranto ora c’è il Bisceglie, squadra che dopo al rivoluzione di dicembre, sta ottenendo i primi risultati di un lavoro di repulisti adottato dalla società. Nell’ultimo turno il Bisceglie ha superato il Monopoli per 3-1 e la vetta dista ora 8 lunghezze.

Ma il Taranto non è disposto a concedere sconti a nessuno e mister Papagni sta lavorando già per mandare in campo il miglior undici anti-Bisceglie. Non ci sarà Migoni, il centrocampista sardo ha effettuato una seconda ecografia, che ha confermato il leggero stiramento al flessore della coscia destra. Non sarà quindi a disposizione per la sfida con il Bisceglie, ma potrebbe tornare con la Turris subito dopo la sosta del 2 febbraio. Altra assenza con cui dovrà confrontarsi Papagni è quella del capitano Prosperi che è stato fermato dal giudice sportivo per un turno a causa della somma di ammonizioni rimediata.

Il clima è caldo intorno alla squadra, i tifosi ci credono e vogliono che la squadra avverta la loro vicinanza. Lo hanno fatto presentandosi in una sessantina, allo “Iacovone” al termine del primo allenamento della settimana, per salutare e incitare, con cori e applausi, Aldo Papagni e tutti i giocatori. Un incontro affettuosa, per manifestare come la tifoseria desideri il ritorno tra i professionisti.
Ultima Novità sul fornte mercato. Il Taranto ha tesserato Abdoul Kader Traore, giocatore da impiegare nel ruolo di terzino destro o esterno di centrocampo.. Il giocatore cresciuto nei settori giovanili di Udinese e Inter, nel 2013 è stato convocato nella selezione Nazionale Under 17 Costa d’Avorio.