“Speed drug”: chiesti 350 anni di carcere

350 anni di carcere è il totale della pena invocata per gli imputati nel processo scaturito dall'operazione "Speed drug": 42 gli impuntati, tra cui Gioele Greco, il 26enne ferito un anno fa ad un fianco con un colpo di pistola

tribunale

LECCE- Commercio di droga: 350 anni di carcere è il totale della pena invocata dal sostituto procuratore di Lecce Guglielmo Cataldi per gli imputati nel processo scaturito dall’operazione “Speed drug”, con la quale la polizia smantellò un gruppo accusato di vendere droga tra Lecce, Arnesano e Galatina. 42 imputati hanno scelto di essere giudicati con rito abbreviato ed è per loro che è arrivata la richiesta di condanna. Chieste due assoluzioni per Agnese Forte e Fabrizio Gabrieli.

Tra gli imputati, anche Gioele Greco, il 26enne ferito un anno fa ad un fianco con un colpo di pistola, vittima di un vero e proprio agguato, in un’area di servizio tra Cavallino e Caprarica. Per lui sono stati chiesti14 anni.

La sentenza del giudice Alcide Maritati arriverà il 26 febbraio.