Far west a Paolo VI: preso 34enne, punta pistola contro polizotti

Sparatoria a Paolo VI. I proiettili hanno raggiunto il balcone di un'abitazione e la pensilina dell'Amat. Rinvenuti anche 11 bossoli nei pressi della fermata del bus. Tanta paura e infine un arresto: quello del 34enne Alfredo Noce.

sparo

TARANTO- Dopo il pomeriggio di fuoco a Paolo VI, la polizia ha individuato ed arrestato il presunto responsabile della sparatoria. 11 colpi sono stati esplosi in serata contro una pensilina dell’Amat, tra via De Gasperi e via Togliatti. Un proiettile ha raggiunto pefino un balcone. Scattete immediatamente le indagini, in nottata, gli investigatori hanno stretto il cerchio attorno il nome di Alfredo Noce, 34enne, già noto.

Si è tratto di un arresto lampo dei falchi: i poliziotti dopo continue ricerche sono riusciti ad individuare l’auto del ricercato, unanoce alfredo Toyota Yaris,  parcheggiata davanti ad un bar del quartiere Tamburi. La zona è stata circonadata, poi il blitz della polizia nel bar. Il 34enne intuita la situazione si è rifugiato nel bagno nel retrobottega del locale .

Poi sono volate le minacce. L’ uomo , mostrando la pistola, ancora nella cinta dei pantaloni ha urlato che sarebbe stato disposto a fare qualunque cosa .

Un arresto non semplice, perchè il 34enne ha perfino puntato la pistola contro gli agenti che però alla fine , sono riusciti a bloccarlo. Sequestrata la pistola, una Beretta modello 98 FS, che aveva ancora 2 colpi in canna, e risultata compatibile a quella che ha esploso i colpi d’arma da fuoco nel pomeriggio a Paolo VI. Tutte prove schiaccianti e che  hanno fatto finire in cella Alfredo Noce.