Riunione di Forza Italia a Palazzo Carafa senza il Nuovo centrodestra: scattano le polemiche

Riunione a Palazzo Carafa: Perrone ha chiarito nuovamente che la giunta non si tocca nemmeno se i consiglieri diventeranno cinque. La riunione non e' piaciuta ai consiglieri che hanno aderito al partito di Alfano.

palazzo carafa

LECCE- Una riunione a Palazzo Carafa tra forzisti, parlamentari e membri di maggioranza fa imbestialire i consiglieri del Nuovo centrodestra. Perrone ha chiarito nuovamente che la giunta non si tocca nemmeno se i consiglieri diventeranno cinque. Si e’ anche parlato di quello che sta succedendo a Roma, dell’organigramma su cui punta Berlusconi e del dialogo con Fitto. La riunione non e’ piaciuta ai consiglieri che hanno aderito al partito di Alfano. “Fanno una riunione di maggioranza escludendoci? “E’molto grave”- mormorano i consiglieri del Nuovo Centrodestra. Per il deputato di Forza Italia Roberto Marti, nessun problema: “Non era una riunione di maggioranza, solo una riunione tra forzisti per fare il punto della situazione e aggiornare i nostri consiglieri sulla situazione romana”. Forse anche per rassicurare tutti: Perrone blinda la sua giunta, nessun ulteriore passaggio cambiera’ le cose.