Maxi truffa al fisco da 2,7 milioni, denunciato imprenditore

Smascherata evasione da due milioni e 700 mila euro da parte di un'impresa impegnata nel settore immobiliare. Denunciato il resposabile

Guardia-di-Finanza

SAVA- Maxi evasione fiscale scoperta a Sava dalla gdf di Manduria. Un’evasione da due milioni e 700 mila euro da parte di un’impresa impegnata nel settore immobiliare. I Militari della Tenenza di Manduria, coordinati dal tenente Daniele Meschini, hanno eseguito una verifica fiscale nei confronti dell’ impresa che si occupa della costruzione e della compravendita di immobili residenziali, riscontrando violazioni gravi alla normativa tributaria.

Stando alle indagini della finanza infatti è emerso che l’impresa, ha sottratto al fisco una fetta rilevante del proprio volume d’affari, occultando i contratti stipulati al momento della compravendita ed incassando buona parte del prezzo pattuito “in nero” e in contanti, versi al momento dagli acquirenti. Un sistema sofisticato quello studiato dall’imprenditore in questione, che consentiva all’impresa di abbattere ulteriormente ed in modo indebito le spese fiscali e così l’ impresa complessivamente non ha pagato e tasse ai fini delle Imposte Dirette per 2 milioni e mezzo di euro e non ha versato l’ I.V.A. Per altri 200 mila euro.

Il responsabile dell’impresa ha rimediato quindi la denuncia per dichiarazione fraudolenta ed occultamento e distruzione di documenti contabili.