Lecce, Diniz: “Dai piedi di Fabrizio può nascere tutto”

“Quando calcia Fabrizio dobbiamo credere che tutto può accadere. Non pensiamo al primo posto, ma al Catanzaro”. Queste alcune dichiarazioni del difensore del Lecce Diniz, al secondo gol stagionale

Diniz

LECCE- Il Lecce verso Catanzaro mentre la dirigenza sarà impegnata anche a chiudere il capitolo realtivo ai rinnovi di Lopez e Amodio. Pare che le parti possano trovare un accordo che permetterà ai due calciatori proseguire l’avventura in giallorosso. Intanto i due calciatori non hanno risentito affatto delle rispettive situazioni contrattuali. Il laterale sinistro ha dimostrato il solito impegno e applicazione.

Il centrocampista ha offerto grande quantità e ha messo a segno di sinistro il gol che ha rotto l’equilibrio dell’incontro e gli argini di una squadra che non ha esitato di schierare un muro difensivo composto da ben cinque elementi.

Intanto il Lecce sposta un’altra pedina di sua proprietà: Filippo Falco dalla Reggina passa alla Juve Stabia (nella foto alcuni momenti della presentazione). La società giallorossa non ha perso l’interesse per il centrocampista del Varese Corti, con il quale c’è già un accordo, ma la società lombarda non intende lasciar partire il centrocampista. Nelle ultime ore pare che la società varesina abbia proposto al Lecce oltre a Corti anche Falcone, di proprietà del Lecce. La dirigenza giallorossa non sembra intenzionata ad accettare. Anche perché le corsie esterne sono già abbastanza intasate e non si deve dimenticare l’arrivo di Barraco.

Si prevedono, ormai, solo operazioni in uscita per quanto riguarda la difesa. Ingaggiato Abruzzese e fatto partire Nunzella (al Lanciano) e Bencivenga (al Como), ha le valigie pronte anche Sales che in giallorosso ha trovato pochissimo spazio. Dall’arrivo di Lerda il reparto difensivo è quello che ha fatto registrare i migliori progressi e risultati. Ed ora il tabellino marcatori si aggiorna con nuovi squilli da parte delle torri giallorosse: contro la Salernitana è andato a rete Vinetot mentre contro il Benevento è toccato nuovamente a Diniz. Il brasiliano ha gonfiato per seconda volta in questa stagione la rete della stessa porta, quella sotto la curva nord.

Mosse bene precise in occasione di situazioni di palla inattiva.  E nel secondo tempo quando Lerda ha fato esordire Abruzzese spostando Diniz sulla fascia, il brasiliano ha dato spinta sulla propria corsia offrendo al centro il pallone del possibile 3-0. Una prova, quella contro il Benevento, che ha messo in risalto, ancora una volta, il carattere di questa squadra.  Vietato però parlare di primo posto.