Scontri Gallipoli-Andria, denunciati due gallipolini

Identificati dalle immagini della polizia due degli autori della sassaiola avvenuta ieri nello stadio di Gallipoli al termine della partita con l'Andria. Avevano staccato pezzi di cemento dalle gradinate lanciandoli in campo. Sono due gallipolini.

polizia

GALLIPOLI- Dopo i disordini avvenuti ieri pomeriggio presso il campo sportivo “A. Bianco” di Gallipoli, al termine dell’incontro Gallipoli–Andria, gli agenti del locale commissariato hanno individuato e denunciato due dei responsabili. La gara, per il particolare profilo di rischio era stata interdetta ai tifosi andrianesi dal prefetto. Questo non ha impedito ad alcuni sostenitori gallipolini di riversare sui giocatori avversari la rabbia per un pareggio all’ultimo minuto.
Appena terminato l’incontro un gruppo di salentini ha lanciato alcuni frammenti di cemento, staccati dagli stessi gradoni della curva, all’indirizzo dei giocatori dell’Andria che si accingevano a lasciare il rettangolo di gioco, fortunatamente senza colpire nessuno.

Nella serata, attraverso la visione dei filmati effettuati dagli operatori della Polizia Scientifica, due dei tifosi autori dei pericolosi lanci sono stati identificati e denunciati. Di tratta di due gallipolini di 29 e 21 anni.

Nei confronti dei due indagati è già stato avviato il procedimento di daspo, e la stessa società sportiva potrebbe essere sanzionata