Polizia municipale in festa, Zacheo: “Puntiamo sul coordinamento tra le forze dell’ordine”

Festeggiato anche a Lecce San Sebastiano, patrono della polizia locale. Non solo tempo di bilanci, ma anche di nuove sfide. Per il comandate, Donato Zacheo, il COP, Coordinamento Provinciale, ha la precedenza su tutti i programmi.

Comandante Polizia municipale di Lecce Donato Zacheo

LECCE- Festeggiamenti solenni in onore di San Sebastiano, il patrono dei Vigili Urbani.  Nel Duomo di Lecce è stata celebrata la Santa Messa dall’arcivescovo Domenico D’Ambrosio, alla presenza di autorità civili e militari.
Un momento per ricordare l’importanza del corpo di polizia locale, sempre più vicina ai cittadini e sempre più pronta a dare una svolta alla sua immagine. Meno frammentazione, più spirito di unificazione, ha detto nel suo discorso ufficiale il Col. Donato Zacheo, comandante provinciale che ha ricordato l’importanza del COP, il Comitato Operativo Provinciale nato per unificare le prassi operative della Polizia Locale di ogni singolo comune della Provincia e creare, quanto prima, una rete di scambio di informazioni e di collegamento.

L’obiettivo che ci siamo prefissi quest’anno, è quello di dare una veste giuridica al COP. La strada intrapresa è quella di sottoscrivere un protocollo d’intesa tra le polizie locali – e quindi tra tutti i sindaci della provincia di Lecce – sotto la supervisione del Procuratore della Repubblica e del Prefetto riguardo alle modalità operative sia in tema di polizia giudiziaria che di sicurezza urbana.

Per Zacheo andrebbe definito con maggiore forza il ruolo dell’agente di polizia locale, da non intendere come impiegato comunale che svolge un ruolo di pubblica sicurezza.