Incontro in provincia dei lavoratori Leadri, a rischio 63

In mattinata, i lavoratori si sono ritrovati in provincia. “La Provincia è pronta a firmare, ma è necessario lo sblocco dei cantieri da parte della Regione” - spiega l'assessore Toma, che ha incontrato i lavoratori la settimana scorsa.

toma

LECCE- L’annuncio dell’avvio della mobilità per 63 lavoratori della Leadri, ritenuti in esubero, ha messo in allarme i sindacati. In mattinata, i lavoratori si sono ritrovati in provincia. Dopo l’avvio dei cantieri del tratto Maglie-Otranto della statale 16 e della regionale 8, i lavoratori speravano che la loro situazione occupazionale avesse ritrovato stabilità, ma le cose non sambrano andare in questa direzione.

Nell’incontro odierno le sigle sindacali hanno chiesto un maggiore impegno delle istituzioni del territorio per evitare che 63 famiglie precipitino del baratro della disoccupazione. “La Provincia è pronta a firmare, ma è necessario lo sblocco dei cantieri da parte della Regione” – spiega l’assessore Toma, che ha incontrato i lavoratori la settimana scorsa.