Cocaina e armi in casa: nei guai due fratelli di Surbo

Droga in casa: in manette due fratelli di Surbo. Il più grande nascondeva anche armi e munizioni. Sequestrate due pistole ed una balestra.

cito3

SURBO-Droga e armi in casa: inevitabili le manette. Nei guai, a Surbo, due fratelli di 39 e 25 anni, Salvatore e Christian Cito, entrambi già noti alle forze dell’ordine, arrestati dai carabinieri al termine di un blitz antidroga.

Tutto è partito da alcuni appostamenti che i militari hanno avviato nei giorni scorsi, insospettiti dal continuo viavai dalle abitazioni dei due fratelli, che si trovano nello stesso stabile.E’ stata sufficiente un’accurata perquisizione per recuperare la sostanza stupefacente.

Il primo controllo è stato eseguito in casa del fratello più Giovane, Christian. In tutto sono stati sequestrati 85 grammi di hascisc, parte dei quali nascosti nel vano contatore. Sequestrato anche denaro, 1.500 euro in banconote di piccolo taglio, ritenuto provento di precedete attività illecita.

In casa dell’altro fratello, Salvatore, sono state recuperate 112 dosi di cocaina, 14 grammi di hascisc ed armi di vario tipo: una balestra, una pistola calibro 7,65, una pistola calibro 7,62, con sei cartucce. Entrambi sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Salvatore risponde anche di detenzione illegale di armi. Queste ultime, insieme alla droga, sono state sequestrate dalle forze dell’ordine.

cito2

cito1