Marò, domani la decisione della Corte Suprema. Interrotto ‘Miss India Italy’

"Liberare i due marò in attesa del processo", questa la richiesta che domani avanzerà il governo italiano alla Suprema Corte di nuova Delhi. Cresce intanto la solidarietà: interrotto anche il concorso Miss India-Italy

maro

TARANTO- Giorno importante domani per la vicenda dei due marò italiani trattenuti in India ormai da due anni. Il Governo Italiano avanzerà infatti la richiesta alla Suprema Corte di nuova Delhi per il rientro del fuciliere tarantino Massimiliano Latorre e del suo collega Salvatore Girone.

In attesa dell’esito del processo, Staffan De Mistura, tornerà a chiedere che possano rientrare in patria: è quanto deciso nell’incontro a Palazzo Chigi con i ministri Bonino e Mauro e con il premier Letta. Intanto l’apprensione cresce e le azioni di sostegno ai marò si moltiplicano, come la manifestazione tenuta ieri mattina a Brindisi.

Altro segno di solidarietà: lo stop all’organizzazione del consueto concorso di bellezza ‘Miss India Italy’. La kermesse che premia le bellezze italo-indiane in calendario per il 23 febbraio, dunque, è rimandata, fino a che i due marò non saranno liberati.