Piazza Cairoli per i Marò: “Liberi subito”

"Piazza Cairoli per i marò". A poche ore da quello che sarà un giorno clou per le sorti dei due fucilieri del battaglione San Marco detenuti in India per l'omicidio dei due pescatori, con una manifestazione a Brindisi si chiede al governo italiano di essere più autorevole e di farli liberare subito. Taranto grande assente.

marò piazza2

BRINDISI- Massimiliano Latorre, tarantino; Salvatore Girone, barese. Nel nome loro e di quella bandiera che rappresenta il battaglione San Marco, molti salentini si sono dati appuntamento in piazza Cairoli, a Brindisi per chiedere la liberazione dei due Marò, detenuti in India da due anni per l’omicidio di due pescatori del posto, uccisi dai due militari italiani nelle acque al largo del Kerala. I fucilieri hanno sparato perchè convinti che i pescatori fossero dei pirati -questa è sempre stata la loro versione-.
Rischiano la pena di morte e lunedì la Corte Suprema di Nuova Delhi esaminerà il ricorso presentato dal governo italiano. Sarà una vera e propria richiesta di rientro in patria.

E allora, senza colore politico, sono scesi in piazza a Brindisi alcuni rappresentanti delle istituzioni salentine. L’iniziativa è del capo dell’opposizione comunale a Brindisi, che al suo fianco aveva anche il sindaco. Anche il comune di Lecce ha voluto essere presente.

Intanto a Roma gli incontri istituzionali si susseguono: il presidente del Consiglio Letta ha incontrato i ministri degli Esteri e della difesa Bonino e Mauro, il sottosegretario Filippo Patroni Griffi e l’inviato del governo Staffan De Mistura. Lunedì è un giorno cruciale per le sorti dei due fucilieri.

marò piazza

marò piazza2