Operazione Bamba, parola all’accusa

Chiesta la conferma di tutte le pene inflitte in primo grado dal sostituto procuratore generale Antonio Maruccia. Ora la parola passerà alla difesa, nelle udienze del 12 febbraio e 12 marzo. Poi la Corte si ritirerà per decidere.

carcere di  Borgo S.Nicola

LECCE- Operazione Bamba: la conferma di tutte le pene inflitte in primo grado è stata richiesta dal sostituto procuratore generale Antonio Maruccia nell’aula bunker del carcere di Borgo San Nicola per i presunti componenti del clan Donadei di Parabita che erano stati condannati in abbreviato. Per tutti tranne per l’ex boss, Massimo Donadei, attualmente collaboratore di giustizia, per cui ha invocato uno sconto di pena, da 20 a 14 anni di carcere.

Ora la parola passerà alla difesa, nelle udienze del 12 febbraio e 12 marzo. Poi la Corte si ritirerà per decidere.