Lecce, Barraco firma e si allena con i nuovi compagni

L'ex giocatore del Latina ha firmato con il Lecce e questa mattina si è allenato per la prima volta con i nuovi compagni. Rinnova anche Amodio e Perrucchini non si sente disturbato dalle voci di mercato e pensa a fare il bene della squadra.

Dario Barraco

LECCE- Lavoro intenso per la squadra giallorossa alle prese con la preparazione al match di domenica che la contrapporrà alla formazione del Benevento. Si lavora in campo agli ordini di mister Lerda ma si lavora anche molto fuori dal rettangolo verde nelle stanze del calciomercato per assicurare al tecnico i rinforzi richiesti per non arrivare impreparati al rush finale. 

Dopo Abruzzese, primo colpo in entrata della sessione invernale del mercato di riparazione, in mattinata il Lecce ha acquisito, a titolo definitivo, il diritto alle prestazioni sportive dell’esterno offensivo Dario Barraco 28 anni proveniente  dal Latina con cui in 7 gare ha giocato complessivamente 344 minuti in serie B. Il giocatore romano si è subito messo a disposizione di mister Lerda effettuando il primo allenamento in giallorosso a Squinzano. Incassata la conferma in giallroosso di Amodio, restano aperte le piste che portano a Neto Pereira e Corti del Varese anche se in quets’ultimo caso la trattativa che sembrava essere al termine, ha subito un rallentamento per un ripensamento del club lombardo.

Il terzo turno del girone di ritorno si configura come un ulteriore match del riscatto volgendo lo sguardo alle prime cinque partire della stagione in corso. Dopo Salernitana e L’Aquila, il Lecce punta il mirino sulla squadra campana che all’andata regalò un’amara sconfitta la piu’ rotonda subita dai giallroossi in quel mese e mezzo della gestione Moriero. Da allora molto è cambiato. Lerda in 14 partite sulla panchina del Lecce ha guadagnato 30 punti e soprattutto ha subito soltanto 9 gol. Tutto questo permette ai suoi ragazzi di vivere una condizione psicologica favorevole rispetto a molte squadre che continuano a viaggiare in campionato a corrente alternata. La fotografia della classifica vede in 8 punti racchiuse quattro squadre.

Perugia, Frosinone, Catanzaro e Lecce appunto. Sullo sfondo anche se i connotati sono al momento ancora sbiaditi si intravede la possibilità di centrare il primo posto. Un risvolto difficile certamente il Lecce deve fare il suo compito e sperare in qualche passo falso di chi precede ma nel calcio di impossibile non c’è nulla. Mister Lerda sembra avere già le idee chiare sulla formazione che verosimilmnete scenderà in campo al Via del Mare contro i sanniti. Due potrebbero essere le novità rispetto alla gara contro L’Aquila. Abruzzese, primo rinforzo di gennaio al posto di Vinetot in difesa accanto a Diniz e Salvi al posto dello squalificato Papini nella mediana bassa. Per il resto non dovrebbero registrarsi grandi variazioni.

Come detto il Lecce è determinato a proseguire la sua rincorsa in classifica, un percorso iniziato dopo il match con il Perugia, con la prima panchina di Lerda che ha puntato subito a migliorare la fase difensiva. Obiettivo raggiunto se il Lecce subisce pochi gol e per 9 volte non ha subito gol. Merito anche del suo numero uno, Filippo Perrucchini che dopo un avvio tra luci e ombre con il tempo ha dimostrato il suo valore rivelandosi talvolta provvidenziale con i suoi interventi.

Il portiere continua a lavorare sodo senza farsi distogliere dalle voci di mercato che potrebbero vederlo protagonista. Adesso c’è da affrontare il Benevento, quella stessa squadra che nel match di andata non fece fare un gran bella figura all’estremo difensore giallorosso.