Appiccò il fuoco e distrusse azienda agricola, preso piromane a Cuneo

Incendio e distrusse un’azienda agricola di Palagiano: finisce in cella MARILLI Michele Roberto, 39enne di Palagiano, rintracciato in provincia di Cuneo

piromane

PALAGIANO- Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Massafra con la collaborazione dei colleghi della Compagnia di Mondovì (CN), hanno eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere nei confronti di MARILLI Michele Roberto, 39enne di Palagiano, rintracciato in provincia di Cuneo dove si trovava da qualche tempo, poiché ritenuto responsabile di incendio aggravato e spaccio di sostanze stupefacenti.
La Misura Cautelare è stata emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Taranto – Dott.ssa Vilma GILLI, su richiesta del Sostituto Procuratore Dott.ssa Giovanna CANNARILE, che concordavano appieno con le risultanze investigative dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Massafra.

Le indagini sono state tempestivamente avviate a seguito di un incendio di notevoli proporzioni appiccato, in data 21 aprile 2013, ai danni di un’azienda agricola di Palagiano.

Da subito è emerso che le fiamme erano di sicura natura dolosa. Il rogo provocò danni ingenti: distrusse un manufatto edilizio di circa 180 metri quadrati, adibito ad autorimessa, nonché un autocarro, di due trattori, di una motozappa, di attrezzi e materiali vari. Le fiamme divorarono inoltre una catasta di circa 45 quintali di legna, provocando inoltre l’annerimento, interno ed esterno, dell’adiacente abitazione familiare.

In considerazione di quanto sopra e tenuto conto dei concordanti ed univoci elementi di colpevolezza acquisiti dai militari a carico di Marilli, nei suoi confronti è stato contestato il reato di incendio aggravato e contestata l’ulteriore aggravante di aver commesso il grave delitto approfittando di condizioni di luogo e di tempo tali da ostacolare la privata difesa in quanto, nella circostanza, le vittime erano assenti poiché si trovavano tutte al funerale di un loro prossimo congiunto.