Provincia, dimissioni D’Antini e Rucco? La maggioranza ragione e l’opposizione attacac

Il giallo del rimpasto in provincia continua tra smentite e indiscrezioni, che si susseguono di ora in ora. La maggioranza ragiona sul da farsi, ma l'opposizione passa all'attacco

Filomena D'Antini

LECCE- Il giallo del rimpasto in provincia continua tra smentite e indiscrezioni che si susseguono di ora in ora. L’assessore alle Pari Opportunità, Filomena D’Antini, e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Marcella Rucco, secondo le ultime voci, sarebbero in procinto di consegnare le dimissioni, in base a una richiesta che dovrebbe provenire dalla maggioranza di cui fanno parte e che avrebbe il fine di salvaguardare alcuni equilibri interni.
In realtà, però, l’assessore D’Antini non avrebbe ancora consegnato nulla, pur essendo cosciente che c’è un ragionamento aperto all’interno della maggioranza di centrodestra. Brandi e Metrangolo aspettano il loro turno da molto tempo, il problema è che sarebbe difficile da giustificare all’opinione pubblica un rimpasto per poi andare tutti a casa in primavera. “Il cambio di due assessori in Provincia a 4 mesi dalla fine della consiliatura è l’ennesima conferma di come Palazzo dei Celestini sia stato utilizzato in questa anni per quadrare tutti i conti del centrodestra” – tuonano dai banchi dell’opposizione.

Nelle prossime ore potrebbero esserci delle novità, ma per il momento c’è solo una discussione aperta e delle ipotesi in campo.