Lecce, Corti in arrivo. Attesa per Neto Pereira

Il Lecce ha raggiunto l'accordo con Daniele Corti, centrocampista del Varese. La società biancorossa non ha dato ancora l'ok. In giallorosso potrebbe arrivare pure Neto Pereira

Neto Pereira

LECCE- Il Lecce è pronto ad accogliere il centrocampista Daniele Corti del Varese. Il mediano, 34 anni da compiere il prossimo maggio, ha raggiunto un accordo con la società giallorossa. Corti è in scadenza di contratto con il Varese, ma dalla società lombarda i segnali giunti per raggiungere un nuovo accordo non hanno convinto pare il calciatore, il quale ha deciso di interrompere la sua avventura in biancorosso e proseguire in Salento.

Corti è un calciatore molto stimato a Varese e arrivò su precisa richiesta di Sannino che lo volle fortemente a Varese alla vigilia della stagione 2009-2010. Con il suo arrivo dovrebbe completarsi il reparto mediano dove si è registrata la partenza di Louis Parfait al Pisa. Con l’arrivo di Corti potrebbe partire anche Stefano Salvi. Tra le squadre che lo hanno cercato con insistenza il Mantova. Salvi ha trovato poco spazio in giallorosso; Amodio e Papini, guardando le presenze dei due calciatori, sono da considerare prime scelte. Forse sarà lo stesso calciatore a spingere per una sua cessione e trovare maggiore spazio. La società virgiliana pare abbia già raggiunto un accordo con il calciatore (contratto fino al 2016), ma il Lecce per il momento ha frenato la trattativa che potrebbe decollare solo dopo la sfida con il Benevento e in attesa che l’arrivo di Corti sia ufficiale.

Sempre con il Varese resta aperto il discorso per Neto Pereira. L’attaccante e capitano della squadra biancorossa dovrebbe lasciare il club lombardo e proseguire la sua avventura in giallorosso. Neto Pereira (che come Corti a Lecce ritroverebbe Ferreira Pinto) è un attaccante d’area. Le sue caratteristiche potrebbero consentire a Lerda di affidarsi a un calciatore esperto e dare una variante al proprio modulo con Miccoli che andrebbe ad agire da seconda punta. Opzione che il tecnico giallorosso potrebbe già attuare, ma sembra non essere convinto di una soluzione che vedrebbe Zigoni e Beretta terminali offensivi con Miccoli a girare intorno.

La dirigenza giallorossa sta seguendo con attenzione l’evoluzione per i rinnovi di Amodio e Lopez. Lerda non vorrebbe perdere due pedine finora inamovibili, rimaste fuori dalla scacchiera giallorossa, solo per motivi disciplinari (squalifiche) o di natura fisica.

Intanto la squadra continua a preparare la prossima partita contro il Benevento. Un confronto chiave per i giallorossi che dovranno continuare a scalare la classifica nel tentativo di aggancio al primo posto. Rispetto alla partita di andata il Benevento avrà di fronte un Lecce più tonico e più solido sopratutto in fase difensiva.