Copertino, si fingono “giardinieri” per rubare legna: arrestati

Beccati a rubare legna da un ulivo sito tra le campagne di Copertino e Leverano. I militari della Tenenza di Copertino hanno tratto così in arresto Vincenzo Daniele NESTOLA, 49enne e Alfonso PRODI, 27enne, con l’accusa di furto aggravato e danneggiamento.

nestola

COPERTINO- Si fingevano “giardinieri”, ma in realtà stavano solo cercando di rubare della legna. Finiscono così in manette Daniele NESTOLA, 49enne e Alfonso PRODI, 27enne, con l’accusa di furto aggravato e danneggiamento. I due erano intenti a lavorare su alcuni ulivi tra le campagne di Copertino e Leverano. A beccarli sono stati i militari della Tenenza di Copertino che in un primo momento hanno pensato che stessero effettuando normali lavori di potatura.
A insospettire però i carabinieri è stata l’auto su cui veniva caricata la legna: una Fiat 600 che risultava molto carica. Da un controllo più dettagliato è risultato che la campagna era di proprietà di una pensionata 67enne di Arnesano la quale, contattata al telefono, ha negato di aver mai autorizzato qualcuno a compiere lavori sul suo uliveto.prodi

A questo punto la pattuglia è intervenuta w per i due sono scattate le manette. Inoltre, nella vettura, sembra che i due avessero già alloggiato il tronco di un ulivo secolare, da poco fatto a pezzi per un peso di oltre due quintali.

Su disposizione del P.M. di turno, Dott.ssa Stefania Maria MININNI, i due sono stati portati presso le proprie abitazioni, in regime di arresti domiciliari e nei prossimi giorni verranno giudicati con rito direttissimo.

La legna è stata restituita alla legittima proprietaria mentre la motosega e gli altri attrezzi impiegati sono stati posti sotto sequestro.