Assalto in villa, ladri maldestri rubano l’auto di un avvocato

Assalto in villa, a Monteroni. Presa di mira l'abitazione di un avvocato, sorpreso in casa con la moglie. I malviventi erano andati a colpo sicuro, convinti di non trovare nessuno e invece, la presenza dei proprietari, ha rovinato i loro piani.

carabinieri

MONTERONI DI LECCE – Momenti di terrore per un avvocato e per sua moglie, sorpresi in casa da due malviventi che, travisati e armati di pistola hanno fatto irruzione in pieno giorno. A dire il vero, dalla sequenza dei fatti, ora al vaglio dei carabinieri, i due complici, probabilmente immaginavano di trovare l’abitazione vuota. Ma così non è stato. E dunque quello che, sulla carta, avrebbe dovuto essere un furto, si è trasformato in una rapina a mano armata.

Da quanto ricostruito, una volta scavalcato il muro di cinta della villa che si trova in Via Copertino, a Monteroni, i due uomini sono entrati in casa alla ricerca di gioielli e denaro. Ed invece si sono imbattuti nei proprietari: l’avvocato Arturo Pallara, 71enne del posto e sua moglie.

Per agire indisturbati hanno in qualche modo immobilizzato il professionista e, dopo aver arraffato solo qualche collana ed un paio di orologi, hanno desistito dal portare avanti il piano criminoso. Per la fuga hanno pensato bene di utilizzare l’auto dell’avvocato, una Mercedes parcheggiata nello spiazzo antistante l’ingresso principale. Prima di andarsene hanno anche chiesto all’uomo come si guidasse la macchina, dotata di cambio automatico.

Ma non hanno fatto molta strada. La Mercedes è stata recuperata poco distante, in una campagna sempre alla periferia di Monteroni, ma completamente distrutta dalle fiamme.