Aeroporto, fuoco amico contro Consales. Il Pd: “Arrogante, trova pace. Da qui si vola”

QuattroStelle

Il fuoco amico del pd di Taranto contro il sindaco di Brindisi Mimmo Consales. Dopo le dichiarazioni del primo cittadino, che ha invitato a superare il campanilismo sull’aeroporto di Grottaglie ( tradotto rinunciare allo scalo ionico per fare vivere quello del Salento) i compagni di partito di Taranto e Grottaglie non le hanno mandate a dire.

E sono partire le bordate. Giù allora una valanga di critiche contro il sindaco «arrogante» -dicono – che pensa di «dettare legge con aeroporti di puglia» ma che, lo avvisano da Taranto, stavolta dovrà mettersi ,l’anima in pace. Taranto non ha insomma nessuna intenzione di mollare sull’aeroporto: l’Arlotta deve tornare a volare. Stavolta la provincia non ci sta a vedersi sfilare il sogno della ripertura dello scalo e costi quel che costi, si va avanti .

Alle accuse di campanilismo e al tradimento del patto di territorio allora il presidente del Consiglio comunale Piero Beitetti replica , rivolgendo ai colleghi amministratori brindisini: che di patti stretti nel chiuso delle stanze del potere questo territorio non ne può più e che il destino economico non saranno certamente loro a determinarlo, ma noi nella nostra piena autonomia sociale e politica. Boi concluede ”. E si mettano anche l’animo in pace, perché stavolta da Taranto si vola sul serio.

E giù legnate anche dall’ex segretario provinciale del Pd e capogruppo Pd al comune di Grottaglie Massimo Serio: “Non mi sorprende, , che il Sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, abbia già alzato le barricate contro l’ipotesi, mai come ora, concreta e attuabile, di riaprire l’Arlotta ai voli civili di linea. Quello che mi sorprende, però, è l’arroganza di Consales nel dettare la linea ad Aeroporti di Puglia e nell’intimare di non muovere un dito per favorire la riapertura dell’Arlotta”.

Insomma l’Arlotta ancora, non vola, ma gli stracci, nel pd, quelli si.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*