Taranto, Papagni: “Non mi fido del Manfredonia”

Il tecnico del Taranto chiede ai suoi ragazzi di non abbassare la guardia e dice “Non mi fido del Manfredonia squadra di categoria e ostica”

papagni2

TARANTO- Nella settimana che anticipa la sfida del Taranto contro il Manfredonia, parla il tecnico Aldo Papagni il quale senza troppi giri di parole dice di non fidarsi affatto del prossimo avversario. Un chiaro messaggio ai suoi ragazzi per cercare di non abbassare la guardia ora che la vetta è nel mirino.

L’obiettivo è dichiarato, ma secondo il tecnico bisogna tenere conto degli avversari e Papagni facendo un’analisi complessiva del girone, focalizza l’attenzione su almeno sette squadre che potrebbero contendersi la vittoria finale. Nessun margine di errore nel girone di ritorno sarà dunque concesso. Guardando al match con il Manfredonia, Papagni passa ai raggi X i dauni dei quali ha ammesso di aver visionato la gara persa domenica scorsa con il Monopoli. Il Manfredonia – ha detto Papagni – ha buone individualità, è una squadra ostica e che arriverà alò confronto con i rossoblu’ con la voglia di riscattare la pesante battuta di arresto nell’ultimo turno.

La squalifica di Viscuso che salterà la sfida di domenica, in qualche modo mette Papagni nelle condizioni di rivedere le sue scelte. Le alternative in realtà non mancano sulla corsia di destra dove il tecnico peraltro punta sul recupero di Menicozzo colpito da uno stato influenzale.

Il tecnico fa poi un riferimento al mercato che a quanto pare è definitivamente chiuso per il Taranto che da metà febbraio tornerà ad avere a disposizione il calciatore Fabio Grieco. I veri acquisti la società li ha fatti trattenendo giocatori del calibro di Molinari e Balistreri, che avevano una lunga lista di corteggiatori.