Il bandito messo in fuga dal tabaccaio è un baby rapinatore

Si stringe il cerchio attorno al presunto rapinatore messo in fuga da un tabaccaio a maglie. Secondo i carabinieri, si tratterebbe di un 17enne incensurato del posto.

carabinieri

MAGLIE- 17enne, incensurato, del posto. Questo l’identikit del rapinatore solitario che, nelle scorse ore, ha tentato di mettere a segno una rapina, a Maglie, ai danni di una tabaccheria che si trova sulla via per Scorrano. Il colpo non è riuscito solo perchè il titolare della rivendita, Donato Bello, non si è lasciato intimidire dal coltello che il giovane, travisato e completamente vestito di nero, brandiva contro di lui.
E’ riuscito ad arraffare 150 euro, ma il titolare lo ha inseguito per un lungo tratto di strada, poi, forse spaventato dalla reazione del commerciante, il baby rapinatore ha abbandonato in terra il denaro, facendo perdere le proprie tracce.

Il tabaccaio è, tra l’altro, lo stesso che un paio di anni fa subì subì una violenta rapina a mano armata. In quell’occasione rimediò anche una ferita alla coscia sinistra, ma un cliente e un passante riuscirono a braccare il malvivente che fu arrestato dai carabinieri.

E proprio i carabinieri della compagnia di Maglie, che hanno avviato le indagini su questo nuovo colpo, hanno stretto il cerchio attorno al presunto autore. Ad agevolare l’iter investigativo, oltre alle testimonianze raccolte sul posto, ci sono anche le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza installate all’esterno della rivendita.

Nei filmati si vedono alcuni ragazzini che, poco prima dell’episodio criminoso si aggiravano nei paraggi. Uno di essi corrisponderebbe all’autore della rapina.