Picchia e accoltella l’ex compagna: brindisino accusato di tentato omicidio

QuattroStelle

PERUGIA- Prima la picchia, poi l’accoltella. E finisce in manette con l’accusa di tentato omicidio. Un primo dell’anno piuttosto violento quello che si è consumato tra le mura domestiche di un appartamento in zona via della Pescara, a Perugia: a finire nei guai è un brindisino residente in umbria. La vittima, invece, la sua ex convivente, una 33enne originaria del Perù. 

Stando a una prima ricostruzione, sembra che l’uomo, tornato in città per il periodo natalizio, volesse riallacciare i rapporti con la ex, con cui aveva rotto già da qualche tempo. Purtroppo , il risultato finale ha avuto un esito ben diverso. Sfociando, piuttosto che in una riappacificazione, in un classico episodio di violenza domestica dove, a farne le spese, è stata, come spesso capita, la donna.

Dalle scuse e dai proclami di amore, infatti, si è ben presto passati agli insulti, alle minacce. Quindi, al raptus di ira e follia. L’uomo ha aggredito, come riferisce l’ufficio stampa dell’azienda ospedaliera umbra, con calci e pugni, poi usando tre coltelli da cucina, ha letteralmente cercato di uccidere la donna, colpita più volte su varie parti del corpo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*