Miccoli: “2013 anno difficile. Adesso penso al futuro”. Ecco i gol del Lecce nel girone di andata

Il capitano del Lecce analizza il suo 2013 che gli ha riservato qualche amarezza. La cosa piu' bella è stata la firma per il Lecce con il quale vuole ottenere grandi risultati.

calcio

LECCE- Inizio di anno che riprende esattamente da dove mister Lerda aveva lasciato per il Lecce. La squadra giallorossa anche il primo dell’anno infatti è scesa in campo per allenarsi agli ordini del tecnico di Fossano che intende concedersi distrazioni di sorta in vista del match di sabato sera al Via del Mare contro la Salernitana, gara che segnerà l’inizio del girone di ritorno.

Tra oggi e domani mister Lerda dovrà valutare con attenzione le condizioni di alcuni giocatori che non sono certamente al top della forma a causa di infortuni che rischiano di far saltare loro l’impegno di campionato. Con i granata non ci sarà Martinez che dovrebbe rientrare per la partita con L’Aquila, in forte dubbio è anche Diniz. Dunque Lerda potrebbe ritrovarsi a fare i conti con le assenze dei due centrali difensivi. Da valutare anche Papini e Bellazzini, quest’ultimo dopo un lungo stop è tornato a lavorare nei giorni scorsi con il gruppo e potrebbe essere tra i convocati per sabato sera.

Ai microfoni dei giornalisti nel primo dell’anno si è presentato il capitano Fabrizio Miccoli che ha fatto il bilancio del suo personale 2013. Un anno che non è stato certamente dei migliori per il bomber di San donato che ha ricordato alcuni momenti salienti dell’anno appena concluso. Dalla retrocessione con il Palermo alle note vicende extracalcistiche che lo hanno visto protagonista.

L’unica cosa positiva del 2013 – ha detto Miccoli – è stata la firma con il Lecce, perchè in qualche modo il giocatore è riuscito a coronare un sogno a lungo inseguito.

Dal personale Miccoli è poi passato ad analizzare la stagione del suo Lecce. Una campionato iniziato malissimo, a causa di tanti infortunati, di giocatori che non avevano effettuato il ritiro con il resto del gruppo. Adesso per il capitano il Lecce è una squadra vera, consapevole delle sue potenzialità che ha dimostrato di avere sul campo.

Adesso però c’è da cercare e trovare la continuità nei risultati per non rendere vano lo sforzo compiuto nel giorno di andata nel colmare il deficit accusato con la partenza a rilento.

Miccoli non guarda al primo posto per ora, la sua filosofia è quella ripetuta piu’ volte da Mister Lerda, guardare alla prossima partita come se fosse la piu’ difficile.Marzo sarà il tempo delle valutazioni per quanto riguarda la classifica. Adesso per il bomber c’è da pensare alla partita con la Salernitana che potrà dare altre indicazioni sulla forza del suo Lecce.