2013 da dimenticare, il Salento brinda al nuovo anno

Il Salento dà il benvenuto al 2014, semplicemente augurandosi che il nuovo anno sia migliore del precedente. Festeggiamenti e brindisi per lavare via tutto il brutto dei 12 mesi appena passati e sperare in quelli futuri.

brindisi leverano copy

LECCE- Così il popolo che ha il privilegio di godere della prima alba d’italia, brinda più all’addio al 2013 che all’arrivo del nuovo anno. I 12 mesi appena trascorsi parlano di una crisi che stringe le sue mani alla gola di ogni categoria. Imprenditori e lavoratori che non ce la fanno ma che lottano, ognuno a modo proprio, per resistere. È stato un anno di battaglie per la strada -via xxv Luglio, soprattutto, ai piedi della prefettura di Lecce, dove esplode la rabbia da urlare a chi è più vicino al governo-.

L’anno della criminalità che alza il tiro, con attentati a suon di spari, anche in pieno giorno, tra la gente. L’anno di quelle scene rimbalzate dallo stadio via del mare di lecce in tutta Italia. A giugno, La Corte d’Assise di Brindisi ha condannato all’ergastolo Giovanni Vantaggiato per l’attentato davanti alla scuola Morvillo Falcone del 19 maggio 2012 in cui perse la vita la studentessa sedicenne Melissa Bassi e rimasero ferite altre nove persone tra studenti e passanti. È stata riconosciuta anche l’aggravante della finalità terroristica.

Il 2013 ha visto il governatore di puglia indagato per disastro ambientale nella maxi inchiesta sull’Ilva di Taranto; il sindaco di Brindisi indagato per un debito con Equitalia; e sempre a brindisi, i palazzi hanno tremato per il terremoto giudiziario nella Asl fatto di mazzette e corruzione.

Il 2013 è un anno in cui si può morire di maltempo: è successo a Ginosa: quattro vite sono state trascinate via dall’acqua e dal fango. È stato l’anno della lotta di un intero territorio contro un’opera, il gasdotto tap: solo l’ultimo mega progetto pensato per il Salento.

Si lascia alle spalle tutto questo la gente del Salento, e festeggia, perchè spera e perchè siamo un popolo così. Semplice e determinato, abituato a difendersi con forza, ma con un sorriso. E con forza e con un sorriso affrontiamo il 2014.

Tra auguri e sorrisi, molti hanno postato i loro festeggiamenti su Facebook, ma hanno anche deciso di inviare alla nostra redazione alcune foto per condividere con noi un momento di gioia e di buon augurio:

brindisi leverano copy

brindisi surbo copy

brind copy

lella copy