Nardò, beccato con oltre 90 chili di botti in casa: denunciato

I militari hanno rinvenuto nel sottoscala,oltre novanta chilogrammi di prodotti pirotecnici vari che, nonostante siano considerati singolarmente legali, la detenzione di una quantità così rilevante è vietata in assenza di una licenza specifica della quale l’uomo era privo.

botti nardò

NARDO’- I Carabinieri della Stazione di Nardò hanno proceduto alla denuncia, in stato di libertà, di un uomo di Nardò di 53 anni, con l’accusa di detenzione abusiva di prodotti pirotecnici.
Con l’approssimarsi della fine dell’anno, e quindi nell’ambito dell’intensificarsi dei servizi a contrasto della vendita e detenzione abusiva di fuochi d’artificio e prodotti pirotecnici, i Carabinieri di Nardò hanno eseguito diversi controlli. Tra questi quello nei confronti del gestore di un bar, sospettato di strani movimenti presso la sua abitazione con andirivieni di persone alle quali avrebbe anche consegnato degli scatoli. Quest’ultimo elemento ha insospettito ulteriormente i militari che hanno fatto scattare il controllo durante il quale hanno verificato che l’uomo stava effettuando la consegna di prodotti pirotecnici.

Infatti, nella sua abitazione, all’interno del sottoscala, erano stipati alcuni scatoloni contenenti oltre novanta chilogrammi di prodotti pirotecnici vari che, nonostante siano considerati singolarmente legali, la detenzione di una quantità così rilevante è vietata in assenza di una licenza specifica della quale l’uomo era privo.

Il materiale è stato sequestrato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.