Un quintale di bombe di Natale in macelleria, maxi sequestro a Taranto

Maxi sequestro a Taranto di botti di Natale illegali. Oltre un quintale di materiale esplosivo è stato rinvenuto e sequestrato in una macelleria dalla polizia. Una denuncia

botti

TARANTO- Terzo maxi sequestro di botti in appena una settimana. Questa volta parliamo di un quintale di fuochi di Capodanno sequestrati dalla polizia ad un commerciante. Il materiale esplodente infatti era esposto sul bancone e sul frigo di una macelleria di Taranto. Parliamo di fuochi di 4° e 5° categoria – spiegano gli agenti – e cioè di materiale esplosivo pericoloso. Il commerciante è finito nei guai perchè si tratta di merce messa in commercio illegalmente. In azione , personale della Squadra Amministrativa della Divisione PASI, direti da Antonio Calcagni.

Gli agenti, durante il controllo hanno ispezionato il locale e trovato i botti all’interno di numerosi cartoni, nascosti tra i banconi e sopra un frigo per la congelazione delle carni. Ad insospettire gli agenti è stato il continuo andirivieni di giovani, i quali entravano all’interno dell’attività commerciale, uscendone poco dopo, senza aver acquistato apparentemente nulla.

Il titolare dell’esercizio, oltre alle violazioni relative al possesso illegale di materiale pirico, per i quali è stato denucnaito, ha messo anche in grave pericolo, visto il quantittativo, gli abitanti della zona